Il valore di una testimonianza diretta: “Sono stati i ribelli, e non Assad, a usare le armi chimiche”

La Torre di Babele

Finalmente Quirico è stato liberato. Finalmente per numerosi motivi. Per la sua famiglia, per il suo giornale e un po’ anche per noi, colleghi e amici che abbiamo sofferto l’angoscia dell’ennesimo rapimento di un reporter. Ma c’è anche un altro motivo molto importante per gioire della fine della disavventura poiché finalmente tutti potranno conoscere la reale situazione in Siria dal racconto di un testimone diretto. Sapete, e parlo a titolo personale, che sono sempre stato molto cauto sull’evoluzione della situazione siriana, distinguendo tra la sacrosanta rivendicazione di libertà da parte della popolazione (pagata con molto sangue) e gli inserimenti di elementi estranei e da scellerati interessi nobilitati, come succede sempre nelle guerre sporche, da motivi falsamente umanitari. Finora le informazioni sono arrivate dalle parti e spesso manipolate. La testimonianza di Quirico perciò arriva al momento giusto, anche per la sua oggettività, attestata dal passato professionale dell’inviato de “La Stampa”. Ecco…

View original post 807 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...